Analisi di sigaretta elettronica basate sul Regolamento Europeo


La legge richiede di verificare la presenza di composti tossici prodotti durante la vaporizzazione. Ad esempio, l’acroleina viene prodotta ad alta temperatura. A questo punto una domanda importante è: quale tecnica analitica possiamo usare per questo scopo?

Molte tecniche raccolgono il vapore su cardigeni solidi e ne analizzano la composizione. Da un lato questo metodo è applicabile grazie alla presenza di cardigeni solidi che conservano vari composti. Dall’altro, è possibile che la modifica dei composti avvenga nella fase solida nel tempo. Pertanto, il profilo molecolare può essere diverso da quello originato dalla sigaretta elettronica durante la vaporizzazione.

ISB ha sviluppato un’applicazione SANIST per analizzare direttamente la composizione del vapore durante la sua emissione dalle sigarette elettroniche. Il vapore è diretto allo spettrometro di massa in condizioni che simulano il respiro umano e analizzato direttamente. Le regole di ricerca del database EU sono seguite per identificare i composti volatili.

Operiamo in collaborazione con il produttore BlendFEEL che utilizza la tecnologia SANIST per testare il suo liquido per sigarette elettroniche.

Per maggiori informazioni, riempire il form.

Leave a Reply